Direzione regionale Sardegna

Convegno: il ruolo dell'intermediario fiscale nel rapporto Fisco - Contribuente

Il 17 aprile 2007, presso la Sala Multimediale della Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate della Sardegna, si è tenuto il convegno, promosso dall'Istituto Nazionale Tributaristi (INT) in collaborazione con l'amministrazione finanziaria, sul ruolo dell'intermediario fiscale nel rapporto Fisco – Contribuente, alla luce dei recenti interventi normativi in ambito tributario.

La sala multimediale Il pubblico


La giornata di studio, alla quale ha partecipato una nutrita delegazione di professionisti e di dipendenti dell'Agenzia, si inserisce nel programma di formazione e aggiornamento sancito dal protocollo d'intesa tra la Direzione Regionale dell'Agenzia, l'INT e altre due associazioni di categoria – Ancit e Ancot – per la promozione di periodici seminari e corsi sugli aspetti evolutivi che intervengono in materia tributaria.

Queste attività, come ha sottolineato nel suo intervento introduttivo il Direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate, Guglielmo Montone, rivestono in questo periodo una rilevanza particolare, per migliorare il servizio di assistenza ai contribuenti, che sempre più ricercano professionalità e affidabilità.

.I relatori del convegno

Le numerose novità fiscali introdotte per il 2007 e la maggiore responsabilità di cui sono investiti gli intermediari fiscali, come ha rilevato il presidente dell'Istituto Nazionale Tributaristi, Riccardo Alemanno, impegnano le associazioni di categoria e l'Agenzia delle Entrate ad instaurare un nuovo rapporto di collaborazione e dialogo, orientato al raggiungimento di un’offerta professionale altamente qualificata.

Il dott. Ricci Il dott. Montone ed il dott. Alemanno


La relazione tecnica, tenuta dal docente della Scuola Superiore dell'Economia e delle Finanze, Paolo Ricci, ha inizialmente affrontato le principali novità presenti sul modello di dichiarazione UNICO 2007 (reddito dei fabbricati, lavoro autonomo, oneri deducibili, no tax area/family), per poi soffermarsi sulla nuova disciplina delle società di comodo, come riformata dal DL. 223/2006 e dalla Legge Finanziaria 2007.

Ai partecipanti all’incontro iscritti all'Int sono stati accreditati crediti formativi per i rispettivi percorsi di aggiornamento professionale obbligatorio.