Direzione regionale Sardegna

Si rafforza la collaborazione tra l'Agenzia delle Entrate e l'Università degli Studi di Cagliari.

Il logo dell'Università degli Studi di Cagliari. Il logo dell'Agenzia delle Entrate - DR Sardegna.

COMUNICATO STAMPA

Il nuovo Accordo quadro tra l’Agenzia delle Entrate della Sardegna e l'Ateneo di Cagliari va in due direzioni: formazione e controlli sul reddito.

Nella seduta di venerdì scorso, il Senato Accademico ha espresso parere favorevole alla stipula dell’Accordo quadro di collaborazione tra l’Agenzia delle Entrate – Direzione regionale della Sardegna e l’Ateneo di Cagliari.

Un momento dell'incontro per la stipula dell'Accordo quadro. Foto di Francesco Cogotti dell'Università di Cagliari.

Si tratta di due istituzioni che da tempo collaborano e che, in questo modo, intendono rafforzare le sinergie raggiunte: in passato l’Agenzia ha stipulato specifici accordi con la Direzione per l’Orientamento e con la Facoltà di Economia, consentendo a più di 250 laureandi e neolaureati del polo giuridico-economico di viale Sant’Ignazio di maturare un’esperienza professionale in materia fiscale, realizzando momenti di alternanza tra studio e lavoro. L’Ateneo e l’Agenzia intendono ora consolidare il rapporto in materia di studio e formazione, e realizzare “forme di collaborazione per accertare la veridicità delle autocertificazioni dei redditi rese dagli studenti al momento dell’iscrizione e per contrastare il fenomeno degli affitti in nero di appartamenti a studenti universitari”.

Il Direttore Regionale dell'Agenzia delle Entrate della Sardegna Libero Angelillis e il Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Cagliari Giovanni Melis. Foto di Francesco Cogotti dell'Università di Cagliari. Il dott. Libero Angelillis, Direttore Regionale dell'Agenzia delle Entrate della Sardegna, e il prof. Giovanni Melis, Magnifico Rettore dell'Università degli Studi di Cagliari. Foto di Francesco Cogotti dell'Università di Cagliari.

“E’ un’intesa che ha due valenze – è il commento del Magnifico Rettore, prof. Giovanni Melis e del Direttore dell’Agenzia Regionale delle Entrate, Dott. Libero Angelillis – La prima è che attiviamo tra le due amministrazioni una collaborazione funzionale sulla formazione. La seconda è l’attivazione di un rapporto diretto che contribuirà a ridurre eventuali fenomeni di elusione nelle dichiarazioni dei redditi, come noto alla base del sistema di tassazione e di riconoscimento dei benefici agli studenti universitari”.

Attività di formazione.

L’accordo, di durata annuale e rinnovabile tacitamente, prevede la partecipazione di studenti laureandi e/o laureati a stages e tirocini formativi e di orientamento negli Uffici finanziari e specifici accordi per attività di docenza e formazione da parte di docenti universitari presso l’Agenzia e di funzionari dell’Agenzia presso l’Università. Su tematiche di comune interesse, il personale delle due amministrazioni potrà partecipare alle attività formative organizzate.

Attività di controllo sul reddito.

L’Agenzia procederà inoltre a controlli, su un campione indicato dall’Ateneo, sulle autocertificazioni rese dagli studenti al momento dell’iscrizione, relative ai redditi dei nuclei familiari, che verranno incrociate con i dati presenti nell’Anagrafe tributaria.

Contrasto al fenomeno degli affitti in nero.

Le due amministrazioni svilupperanno azioni comuni tese a contrastare l’abitudine di alcuni proprietari di appartamenti, per agevolare il riscontro della correttezza degli adempimenti fiscali sui contratti di locazione stipulati dai fuorisede.

Riconoscimento dei crediti formativi.

L’accordo prevede la possibilità della stipula di specifiche convenzioni con le Facoltà per il riconoscimento di Crediti Formativi Universitari agli studenti che lavorano presso l’Agenzia.

Cagliari, 25 maggio 2010