Direzione regionale Sardegna

In Sardegna parte Civis, il nuovo canale telematico delle Entrate per gestire on-line le comunicazioni di irregolarità.

COMUNICATO STAMPA

Corrono sul filo di Internet le comunicazioni di irregolarità grazie a “C.i.v.i.s.” (Comunicazione di irregolarità virtualizzate per intermediari serviti). Si tratta del nuovo canale telematico che sarà attivato anche in Sardegna a partire dal 14 gennaio. Con l’accordo siglato oggi tra la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate, i cinque Ordini dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili della regione si impegnano a diffondere l’utilizzo, presso i circa 1.700 professionisti iscritti, dell’innovativo sistema che consente di gestire le comunicazioni di irregolarità relative agli anni di imposta dal 2006 in poi in modo rapido ed efficace.
Il servizio riguarda sia gli avvisi inviati agli intermediari sia le comunicazioni di irregolarità spedite ai contribuenti e affidate da questi ultimi ad un professionista, e consente di gestire e rettificare le comunicazioni di irregolarità senza doversi recare presso un Ufficio, ricevendo in tempi rapidi una risposta dall’Agenzia.

In pratica gli intermediari, accedendo alla sezione dedicata a “Civis” tramite il canale Entratel, potranno chiedere assistenza per le comunicazioni di irregolarità riguardanti UNICO PF e mod.770. La richiesta, inviata attraverso la compilazione di un form, verrà assegnata per la lavorazione a un operatore di un Ufficio disponibile, mentre solo per i casi più complessi sarà trattata dall'ufficio territorialmente competente. Il professionista riceverà la comunicazione dell'esito della lavorazione via posta elettronica.

Il Direttore regionale e il Capo ufficio Gestione tributi dell'Agenzia delle entrate con i rappresentanti dei cinque ordini firmatari del protocollo d'intesa.

“Questo nuovo canale telematico rappresenta un importante risultato per la semplificazione dei rapporti con i professionisti – afferma Libero Angelillis, direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate - ed è frutto della proficua collaborazione avviata con le categorie professionali per garantire servizi di qualità sempre più tempestivi. Anche i contribuenti che si recheranno in ufficio potranno tranne vantaggio da questo strumento, che ci aspettiamo porti ad una tendenziale diminuzione delle attese presso i nostri front-office”.

Le finalità del nuovo servizio rispondono ad una precisa e sentita esigenza della categoria dei fiscalisti, secondo i rappresentanti degli Ordini regionali dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, che si auspicano che Civis non rappresenti che una tappa nel processo di rafforzamento dei loro rapporti di collaborazione con l’amministrazione finanziaria.

Cagliari, 12 gennaio 2010

File pdfIl comunicato in versione stampabile. (44.74 KB)