Direzione regionale Sardegna

Inaugurato nuovo coordinamento con Equitalia Sardegna e Guardia di Finanza

I vertici regionali di Equitalia SpA, Agenzia delle Entrate e Guardia di Finanza si sono incontrati ieri a Cagliari, presso la Direzione regionale dell’Agenzia, per l’incontro inaugurale del nuovo coordinamento regionale delle tre organizzazioni finalizzato alle attività di contrasto all’evasione fiscale.
L’iniziativa segue e amplia le esperienze di collaborazione già maturate dall’Agenzia delle Entrate sia con la Guardia di Finanza, in particolare nel settore delle frodi Iva e per il rispetto degli obblighi strumentali (emissione di scontrini e ricevute fiscali), sia con Equitalia Sardegna, il nuovo agente della riscossione controllato dalla stessa Agenzia e dall’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Il dott. Dorigoni e il dott.Montone (rispettivamente il secondo e il terzo da sinistra)   Il gen. Baduini (terzo da destra)

«La nuova sinergia – ha detto il direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Guglielmo Montone – consentirà ai tre soggetti interessati la condivisione dei dati per il coordinamento delle risorse nei campi della riscossione coattiva e della lotta all’evasione. I risultati ottenuti saranno costantemente monitorati e quindi consuntivati».
Per il comandante regionale della Guardia di finanza, gen. Stefano Baduini, si tratta di estendere una metodologia che negli ultimi anni «ha dato ottimi risultati, sia sul piano operativo che sul piano dialettico, modificando la percezione della Sardegna “fiscalmente terra franca”».
Dell’importanza del coordinamento tra le tre strutture è certo anche il direttore generale di Equitalia Sardegna, Mauro Dorigoni: «con la nascita di Equitalia, che sostituisce il sistema bancario nel campo della riscossione, si è passati dall’ottimizzazione dei profitti all’ottimizzazione del gettito, con risultati – alla luce del primo anno di attività della nuova società a capitale pubblico – più che incoraggianti».

Il coordinamento delle azioni sarà pianificato nel corso delle prossime riunioni operative, in risposta alle specifiche esigenze di ottimizzazione dell’azione di accertamento e riscossione dei tributi e di superamento delle problematiche operative dell’attività di contrasto e recupero delle imposte evase.