Direzione regionale Sardegna

Siglato il patto anti evasione tra il Comune di Cagliari e l’Agenzia delle Entrate

Parte la collaborazione tra la Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate e il Comune di Cagliari per stanare gli evasori fiscali.

Il 26 febbraio 2015 nel palazzo del Municipio di Cagliari si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del protocollo d’intesa sottoscritto dal Direttore dell'Agenzia delle Entrate della Sardegna, Rossella Rotondo, e dal primo cittadino del capoluogo regionale, Massimo Zedda.

La foto del Direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Rotondo, e del sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, che firmano il protocollo d'intesa per la partecipazione del Comune all'attività di accertamento


L’intesa prevede la partecipazione del Comune all’attività di accertamento dei tributi erariali. In particolare, gli uffici comunali potranno segnalare all’Agenzia tutte le situazioni spia di fenomeni evasivi, dai casi di economia sommersa nei settori del commercio e delle professioni alle residenze fittizie all’estero, dagli affitti in nero alle plusvalenze derivanti dalla vendita di immobili e aree edificabili, fino alla disponibilità di beni e servizi di lusso a fronte di dichiarazioni dei redditi modeste.

In cambio, le casse comunali otterranno il 55 per cento delle somme recuperate dall’Erario, anche a titolo non definitivo, sulla base delle segnalazioni presentate.


La foto del sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, del Direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Rotondo, e del capo ufficio Accertamento e Riscossione della Direzione regionale, Massimiliano Mercuro La foto del sindaco di Cagliari, Massimo Zedda, del Direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Rotondo. A sinistra il capo Area di Staff della Direzione regionale, Angelo Manzi

Cagliari, 26 febbraio 2015

File pdfIl testo del protocollo d'intesa (333.95 KB)

File pdfIl comunicato stampa (221.28 KB)