Direzione regionale Sardegna

5 per mille 2012, online gli elenchi regionali degli ammessi e degli esclusi

COMUNICATO STAMPA

Per la prima volta nel dettaglio i dati della Sardegna

Sono disponibili gli elenchi del 5 per mille 2012 per la regione Sardegna, con i dati completi relativi sia al numero delle scelte espresse dai contribuenti sia agli importi attribuiti agli enti che hanno chiesto di accedere al beneficio, con le informazioni su Province e Comuni. I nuovi elenchi sono consultabili online sul sito della Direzione Regionale nella sezione Documentazione> 5 per mille

L’identikit geografico del 5 per mille

Più trasparenza nelle scelte espresse e nei relativi importi. È la motivazione che ha guidato l’attuale restyling degli elenchi del 5 per mille nel nuovo formato “regionale”, che esordisce in coincidenza con la pubblicazione degli importi e delle scelte relative al 2012. Gli elenchi degli ammessi e degli esclusi, in aggiunta ai dati consueti – codice fiscale, denominazione, numero di scelte e importi - sono corredati con le informazioni sulla Provincia e sul Comune in cui ha sede l’ente, fissando un’istantanea geografica sui flussi del 5 per mille.

Dalla parte dei più deboli

La parte da leone, come ogni anno, la fanno le Onlus e gli enti del volontariato: sono 901 quelli ammessi al beneficio che hanno domicilio fiscale in Sardegna, e oltre centomila contribuenti hanno scelto di destinare il 5 per mille a sostegno delle loro attività, per un totale di quasi 2,5 milioni di euro. La maggior parte dei beneficiari sono enti che si occupano delle persone e delle categorie più svantaggiate della società.

Il cinque per mille sotto il Campanile

Sono oltre 17 mila i contribuenti, invece, che hanno scelto di contribuire alle attività sociali del proprio Comune di residenza: una boccata d’ossigeno per molti centri della Sardegna, che vale 335mila euro. Da registrare l’affezione dei contribuenti per il Comune di Carbonia, nel podio dietro a Cagliari e Sassari, che sopravanza comunità ben più numerose.

Benefici a tutto sport

Nelle scelte dei contribuenti, in termini di distribuzione degli importi del 5 per mille nell’isola, seguono le associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal CONI: le 132 ammesse al beneficio sono state scelte 5.304 volte, ricavando 170 mila euro.

Gli enti di ricerca

Chiudono l’elenco i cinque enti della ricerca scientifica e dell'Università ammessi al beneficio dal MIUR e i due enti regionali della ricerca sanitaria. I primi, “premiati” da circa 1.900 contribuenti, riceveranno complessivamente oltre 85mila euro (a Cagliari l’Università e il Consorzio per le ricerche e lo sviluppo delle biotecnologie; a Sassari, l’Università, il Conservatorio “Luigi Canepa” e la Società italiana di demografia storica). Per la ricerca sanitaria, infine, si spartiranno quasi 7mila euro, provenienti da 164 contribuenti, la Regione Autonoma della Sardegna e l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Sassari.

Cagliari, 30 aprile 2014

File pdfIl comunicato in versione stampabile (76.44 KB)

File pdfL'Unione Sarda 1° maggio 2014 (116.62 KB)

Cagliari Globalist 30 aprile 2014

File pdfAlghero Eco 30 aprile 2014 (140.65 KB)

Buongiorno Alghero 30 aprile 2014