Direzione regionale Sardegna

Giornata di studio sull'accertamento da Studi di settore.

La giornata di studio sull'accertamento da Studi di settore, tenuta il 21 giugno 2007 presso la Direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate, ha visto una nutrita partecipazione di pubblico, con quasi sessanta delegati e iscritti all’associazione nazionale di tributaristi Lapet, promotrice dell’iniziativa, provenienti da tutta la Sardegna.
«Il convegno di oggi – ha detto il delegato regionale della Lapet, rag. Gennaro Marco Del Giudice, nel suo intervento finale - è frutto del protocollo d'intesa stipulato con la Direzione regionale dell’Agenzia e dell’impegno del dott. Montone, che da subito ha creduto fermamente alla sua importanza. Si tratta di una convenzione senza scadenza, perché per noi intermediari e professionisti tributari il rapporto quotidiano e professionale con l’Agenzia delle Entrate è naturale e insostituibile, ricordando che si tratta dell’organismo tecnico, e non politico, dell’Amministrazione finanziaria».

Il tavolo dei relatori Delegati e iscritti alla Lapet

Il convegno, nel quale sono stati illustrati i nuovi indici di normalità recentemente introdotti, è stato introdotto dalle parole del Direttore regionale dell'Agenzia, Guglielmo Montone, che ha ricordato come gli studi di settore siano nati per superare la rigidità e le ingiustizie della minimum tax.
«Da un’imposizione unilaterale – ha detto, ripercorrendo le tappe della normativa tributaria - si è quindi studiato uno strumento statistico che fosse formulato in accordo con gli Ordini Professionali e le categorie interessate. In ogni provincia esiste un Osservatorio per gli studi di settore che prende atto delle variabili economiche del territorio e regola gli studi di settore che poi vi si applicheranno. In Sardegna i due osservatori attualmente più attivi sono quelli delle province di Cagliari e Oristano, ma non tarderanno nuovi incontri anche a Sassari e Nuoro».

La sala multimediale della Direzione regionale. La prima parte dei lavori

«Per contrastare alcuni comportamenti evasivi/elusivi mirati a rendere inefficace l’applicazione degli studi di settore –ha proseguito il Direttore regionale - come ad esempio la pratica diffusa di non dichiarare il valore dei beni strumentali utilizzati nell’attività ma dedurne i relativi ammortamenti, la legge Finanziaria per il 2007 ha introdotto alcune modifiche che consentono di disegnare con maggiore completezza le indicazioni economiche relative ai diversi operatori».
L’analisi della normalità economica, prima tra queste misure correttive, e le altre novità sono state, quindi, tra gli argomenti trattati dai due relatori del convegno, la dott.ssa Monia Bovino ed il dott. Carlo Orrù, funzionari degli Uffici locali di Cagliari 1 e Cagliari 2.


File pdfIl programma dell'evento. (120.10 KB)

Il dott. Montone Il rag. Del Giudice La dott.ssa Bovino ed il dott. Orrù, relatori del convegno