Direzione regionale Sardegna

Ti trovi in: Home - Contatti utili - Garante del Contribuente

Garante del Contribuente

Logo Garante del Contribuente

Garante del Contribuente: dott. Mauro MURA

Contatti

  • Segreteria: sig.ra Maria Grazia Cabras
  • Tel. 070 4090301 – Fax 070 4090585
  • e-mail: dr.sardegna.garante@finanze.it
  • Garante del Contribuente: http://www.finanze.gov.it/opencms/it/
  • L'Ufficio del Garante del contribuente per la Sardegna ha sede presso la Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate - Cagliari -Via Bacaredda, 27 - 3° piano.
  • Orario al pubblico: da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore13

Garante del contribuente

Il Garante del contribuente, previsto dallo Statuto del contribuente (art.13 della legge 212/2000, poi modificato dall’art.94, commi 7 e 8 della legge 289/2002), è stato istituito in tutte le regioni d’Italia e dal 1° gennaio 2012 è organo monocratico.

Cosa e come segnalare al Garante

Le segnalazioni e istanze scritte dei contribuenti o di altri soggetti interessati, che intendono promuovere l'intervento del Garante, vanno depositati in carta libera presso la segreteria, con i documenti allegati o spediti agli indirizzi succitati. Gli interessati possono segnalare disfunzioni, irregolarità, scorrettezze, prassi amministrative anomale o irragionevoli o qualunque altro comportamento suscettibile di incrinare il rapporto di fiducia tra cittadini e amministrazione finanziaria cioè ogni ufficio impositore avente competenza in materia di tributi erariali o di tributi locali, nell'ambito della Regione Sardegna, sia esso lo Stato, il Comune , la Provincia o altro ente pubblico, indirizzando al Garante del contribuente per la Regione Sardegna (c/o Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale della Sardegna, via Bacaredda, 27 Cagliari)

I compiti del Garante del contribuente

Sulla base delle segnalazioni ricevute il Garante può:

  • Sollecitare gli uffici ad esercitare l'autotutela per l'annullamento e la rettifica dei provvedimenti di accertamento e riscossione;
  • Vigilare sul corretto svolgimento delle verifiche fiscali, in forza dell’art.12 della legge 212/2000;
  • Verificare che ci sia la chiara e tempestiva conoscibilità dei provvedimenti fiscali, dei modelli per gli adempimenti e delle relative istruzioni;
  • Accertare la qualità dei servizi di assistenza e informazione, rivolgere richieste di chiarimenti e documenti agli Uffici competenti;
  • Rivolgere raccomandazioni ai dirigenti degli uffici ai fini della tutela del contribuente e della migliore organizzazione dei servizi;
  • Richiamare gli uffici al rispetto dei termini previsti per il rimborso d'imposta.

Inoltre, ogni sei mesi il Garante del contribuente presenta una relazione sull'attività svolta al Ministro delle Finanze, al direttore regionale delle Entrate, ai direttori compartimentali delle dogane e del territorio nonché al Comandante di zona della Guardia di finanza, individuando gli aspetti critici più rilevanti e prospettando le relative soluzioni.

Infine, il Garante invia la relazione annuale al Governo e al Parlamento - art.13, comma 13 bis, della legge 27 luglio 2000 n.212, così come modificato dall'articolo 94, comma 8, della legge 27 dicembre 2002, n.289.