Direzione regionale Sardegna

Dichiarazione dei redditi precompilata 2017

logo dichiarazione precompilata File pdfTutto sulla dichiarazione precompilata in poche slide (1.66 MB)

A partire dal 18 aprile 2017 l'Agenzia delle Entrate rende disponibile online la dichiarazione precompilata, 730 o il nuovo modello Redditi. Quest'anno entrano nei modelli nuovi oneri detraibili e deducibili: le spese sostenute per supporto psicologico, per le prestazioni rese da ottici, infermieri, ostetriche e radiologi; sono inserite in dichiarazione, inoltre, le spese veterinarie e le spese per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico sostenute dai condomini. Queste informazioni si aggiungono a quelle ricavate dalle certificazioni uniche e ai dati trasmessi dalle banche e dalle assicurazioni (come per esempio gli interessi passivi sui mutui e i premi assicurativi), le spese sanitarie (anche i farmaci da banco), le spese universitarie e funebri, i contributi per la previdenza complementare e le spese per i lavori di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici. Per saperne di più: File pdfChe cosa contiene il mod. 730 precompilato 2017 (306.36 KB)

Il contribuente deve solo verificare se i dati inseriti sono corretti. Quindi, a partire dal 2 maggio 2017, può:

  • accettare la dichiarazione così com’è, senza modifiche (solo nel caso di modello 730)
  • correggere i dati errati
  • integrare la dichiarazione per inserire, ad esempio, altre spese deducibili o detraibili

Il 7 luglio è l'ultimo giorno utile per inviare la dichiarazione tramite un intermediario, mentre se si sceglie il "fai-da-te" dal sito dell'Agenzia, la scadenza arriva il 24 luglio 2017.

Tra le novità del 2016, c'è anche la possibilità di presentare la dichiarazione dei redditi anche per i contribuenti che non possono avere a disposizione la precompilata: attraverso la stessa applicazione web, infatti, è possibile utilizzare un modello senza alcun dato precompilato, ad eccezione di quelli anagrafici.
Inoltre, dal 2 maggio gli eredi , dopo aver effettuato l’accesso all’applicazione con le proprie credenziali (Fisconline o Entratel), potranno indicare il codice fiscale della persona deceduta per la quale intendono presentare la dichiarazione. L’Agenzia metterà a disposizione dell’erede un modello Redditi senza alcun dato precompilato, a eccezione dei suoi dati anagrafici e di quelli della persona deceduta, in modo che si possa inviare, dopo averlo compilato, direttamente tramite l’applicazione web. Naturalmente è confermata la possibilità, per i coniugi, di presentare la dichiarazione 730 congiunta direttamente tramite web.

Per accedere al portale web dedicato alla precompilata occorre essere abilitati a Fisconline. In alternativa è possibile utilizzare anche Spid (Sistema pubblico per l'identità digitale), le credenziali NoiPa per il personale della pubblica amministrazione, il Pin dispositivo dell'Inps e la Carta Nazionale dei Servizi.

Il contribuente che riceve la dichiarazione dei redditi precompilata, tuttavia, non è obbligato a utilizzarla. Può, infatti, presentare il modello 730 o il modello Unico persone fisiche con le modalità ordinarie.

Per saperne di più: