Direzione regionale Sardegna

L'Agenzia cerca il dialogo con l’invio di 2.400 lettere in Sardegna

COMUNICATO STAMPA

Sul web il programma per calcolare l’eventuale importo del ravvedimento

Continua sulla strada del confronto il nuovo corso dell’Agenzia delle Entrate: sono in arrivo in Sardegna oltre 2.400 comunicazioni per informare i cittadini su possibili dimenticanze o errori riscontrati nella dichiarazione dell’anno 2013, relativa ai redditi del 2012, evitando così accertamenti o contenziosi.

Chi riceverà la lettera del Fisco potrà mettersi in contatto con l’Agenzia per chiarire subito la propria posizione: se ritiene che il rilievo del Fisco sia fondato, potrà calcolare il dovuto con poche semplici operazioni grazie al software gratuito predisposto dall’Agenzia e pubblicato sul proprio sito Internet, www.agenzientrate.gov.it .

La geografia degli invii in Sardegna

Nel dettaglio, il maggior numero di segnalazioni in partenza riguarda Cagliari (1.177), seguita da Sassari (778), Nuoro (281) e Oristano (186), per un totale di 2.422 lettere. Questa tornata di invii segue quella iniziata a giugno: le lettere saranno recapitate tramite posta ordinaria, mentre il dettaglio delle anomalie riscontrate dall'incrocio dei dati in Anagrafe tributaria sarà disponibile all’interno del cassetto fiscale, nella nuova sezione “L’Agenzia scrive”.

Cosa fare e chi contattare

Chi riceverà la comunicazione ha due strade: se ritiene di avere le carte in regola potrà fornire le precisazioni utili a eliminare l’incongruenza segnalata chiamando, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17, lo 848.800.444 da telefono fisso, o lo 06.9666.8907 da cellulare, e selezionando l’opzione “servizi con operatore-comunicazione accertamento”. In alternativa, è possibile contattare gli Uffici territoriali della Direzione provinciale dell'Agenzia, oppure usare Civis, il canale di assistenza per gli utenti dei servizi telematici, che consente anche di inviare in formato elettronico gli eventuali documenti utili.

Se invece ritiene che il rilievo del Fisco sia fondato, il contribuente che avrà ricevuto la lettera potrà regolarizzare gli errori e le omissioni eventualmente commesse con le modalità previste dall’istituto del ravvedimento operoso (articolo 13 del Dlgs n. 472/1997), presentando una dichiarazione integrativa e versando le maggiori imposte dovute, i relativi interessi e le sanzioni in misura ridotta. Per effettuare il pagamento, occorre indicare nel modello F24 il codice atto riportato in alto a sinistra sulla comunicazione.

Quanto costa rimediare con il ravvedimento soft

Per le tipologie di anomalie che hanno generato le segnalazioni indicate nella tabella riportata sotto, è possibile fruire della sanzione ridotta pari al 15% della maggiore imposta determinata (ossia un sesto della sanzione minima – 90% – prevista in caso di infedele dichiarazione). Proprio per agevolare il contribuente nel calcolo delle sanzioni e degli interessi dovuti l’Agenzia mette a disposizione da oggi sul proprio sito un programma di ausilio gratuito denominato “Calcolo di sanzioni e interessi del ravvedimento”. Lo strumento è raggiungibile online al seguente percorso: home - servizi online – servizi fiscali – servizi senza registrazione.

I seguenti sono alcuni esempi di incroci di informazioni che hanno fatto emergere delle anomalie.

Redditi che non risultano dichiarati Fonte informazione che ha consentito l’incrocio
Redditi di lavoro dipendente e assimilati Modello 770 presentato dal sostituto d’imposta
Assegni periodici corrisposti dall’ex coniuge Modello 730 o Modello Unico presentato dall’ex coniuge
Redditi di partecipazione in società di persone, in società a responsabilità limitata a ristretta base proprietaria che hanno optato per il regime della trasparenza Modello Unico Società di Persone o Modello Unico Società di Capitali presentato dalla società
Redditi di capitale relativi a utili corrisposti da società di capitale o enti commerciali Modello 770 presentato dalla società
Redditi di lavoro autonomo non derivante da attività professionale e alcune tipologie di redditi diversi Modello 770 presentato dal sostituto d’imposta
Redditi di impresa derivanti da plusvalenze e/o sopravvenienze attive (rata annuale) Opzione per la rateizzazione espressa dal contribuente nel Modello Unico PF

Le anomalie derivanti da incongruenze relative a redditi di fabbricati (cedolare secca, contratti di locazione, ecc…) saranno oggetto di una successiva tornata di comunicazioni.

Una nuova stagione

Con l’invio di queste comunicazioni, il Fisco punta a intensificare la collaborazione con il cittadino, nel segno della nuova stagione improntata a dialogo e trasparenza, mettendo a sua disposizione i dati che lo riguardano e condividendo con lui eventuali anomalie che emergono dall’incrocio delle informazioni a sistema.

Cagliari, 16 settembre 2016

File pdfIl comunicato in versione stampabile (279.30 KB)

File pdfL'Unione Sarda 18 settembre 2016 (791.25 KB)

File pdfLa Nuova Sardegna 17 settembre 2016 (1.03 MB)

Sassari Notizie 17 settembre 2016

AGI 16 settembre 2016

Casteddu Online 16 settembre 2016

LinkOristano 16 settembre 2016

File pdfAlghero Eco 16 settembre 2016 (88.13 KB)